Human Resources
Human Resources
• La Società
• Servizi per i candidati
Selezione: overwiew
Modelli Lettere Motivazioni
Modelli lettere dimissioni
Bilancio competenze
Leadership Profile
• Career Advice
Career advice
7 suggerimenti per la carriera
Osserva Lo Skipper
• Career adviser
Career adviser
• Tutela Privacy

Come funziona la selezione del personale

Questa pagina ha l'obiettivo di presentarti gli strumenti ed i consigli necessari per dare alla Tua ricerca l'impostazione professionale che il mondo del lavoro oggi richiede. Non esistono regole predefinite, la Tua originalità e peculiarità saranno sempre elementi distintivi. Esistono comunque consuetudini, regole implicite e norme legislative che bisogna conoscere e saper cogliere.

Ti verrà spiegato come:
Presentarti e scrivere un curriculum completo ed una lettera di presentazione mirata
Redigere il tuo curriculum in inglese
Conoscere il tuo contratto collettivo di lavoro
Scrivere la tua lettera di dimissioni
Come presentarsi: la lettera di accompagnamento e il Curriculum Vitae
Questa sezione è molto importante perché il curriculum vitae e lettera di accompagnamento possono rappresentare il biglietto da visita con il quale presentarsi agli interlocutori responsabili della selezione del personale.
E’ quindi basilare dedicare il giusto tempo alla stesura del proprio C.V. e della lettera di accompagnamento: possedere determinate competenze, o aver compiuto determinate esperienze, spesso non è sufficiente se poi non si ha la possibilità di proporle nella giusta presentazione.
Errori da evitare:
allegare al C.V. o alla lettera di accompagnamento certificati e documenti;
redigere un CV eccessivamente lungo; normalmente 2 pagine sono sufficienti, massimo 3. Avrete modo di spiegare i dettagli in sede di colloquio.
manoscrivere;
dimenticare di inserire la dicitura che autorizza il destinatario del c.v. all'utilizzo dei dati personali ai sensi del D. lgs. 196/03 del 2003.  Un esempio di tale dicitura può essere la tradizionale frase “Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D. lgs. 196/03” riportata sia in calce al c.v. che alla lettera di accompagnamento.  Non è ridondante inserirla due volte in quanto non necessariamente i due documenti vengono archiviati insieme e che, in mancanza, i propri dati riportati sul c.v. non sono utilizzabili dal destinatario della comunicazione.

La lettera di accompagnamento 
La lettera di accompagnamento deve essere chiara, precisa e diretta: se si dimostra di sapere ciò che si vuole sarà più facile ottenerlo.
Se si è disposti, realmente, a qualche sacrificio, come il trasferimento ad altra città, è sempre meglio sottolinearlo: indicare un domicilio in prossimità della sede di lavoro per la quale ci si candida, se si proviene da una città distante o addirittura da una regione differente, diventa spesso essenziale per facilitare il contatto ed un colloquio conoscitivo. La lontananza sovente alimenta gli scrupoli di alcune aziende e società di selezione, che sono in dubbio se contattare candidati potenziali proprio perchè troppo distanti dalla sede di lavoro: un appoggio nelle vicinanze può risultare quindi utile, come pure la disponibilità eventualmente a farsi carico dei costi di trasferta (non sempre rimborsati da chi contatta per un colloquio conoscitivo).
A seconda che si invii il proprio c.v. in risposta ad un annuncio o in modo spontaneo ad un’azienda verso la quale si nutre interesse, la lettera di accompagnamento differisce per alcuni dettagli che possono facilitare il lavoro di chi si occupa della raccolta delle candidature.
Se scritta in risposta ad un annuncio di lavoro, ad esempio, è consigliabile inserire all’interno della lettera di accompagnamento, un’indicazione della fonte sulla quale si è letto l’annuncio ed il riferimento della ricerca riportato (qualora indicato all’interno del testo dell’annuncio stesso).
Se la posizione per la quale ci si candida è in un’altra città, vale quanto anticipato  sopra circa il segnalare un domicilio disponibile in prossimità della sede, facendo così si aumenteranno le probabilità di convocazione ad un eventuale colloquio.
Se il curriculum è inviato in modo spontaneo, invece, va indirizzato all’ufficio del personale, alla cortese attenzione del responsabile della selezione. Se si conosce il nome della persona che ricopre il ruolo, è preferibile inviarglielo direttamente riportandone gli estremi nell’indirizzo della società.
Anche la modalità con la quale si decide di inviare il proprio profilo, richiede alcuni semplici accorgimenti. Se si opta per una modalità “tradizionale” ovvero cartacea, la lettera di accompagnamento deve contenere:
in alto a destra, l’indirizzo completo della società destinataria del c.v. con specifica della persona alla quale è indirizzato;
la città e la data nella quale la lettera è redatta, aggiornandola ogni volta che il documento viene redatto;
è preferibile sempre firmare in originale la comunicazione, a chiusura della lettera di accompagnamento.
Inviare il proprio c.v. via mail, è ormai la modalità quasi esclusiva per inviare il proprio c.v. In questo caso la data è già precisata nell’intestazione del messaggio e l’indirizzo fisico del destinatario non è necessario riportarlo, ma è abbastanza frequente trascurare l’oggetto del messaggio mail nel quale è consigliabile riportare il proprio nome e cognome, seguito dall’attuale professione. Una volta archiviato dal selettore, il messaggio sarà più semplice da ritrovare.
In caso ci si candidi per una precisa opportunità lavorativa, può essere utile riportare nell’oggetto il riferimento dell’annuncio al quale si risponde.
E’ sconsigliabile lasciare vuoto il campo dell’oggetto e non inserire la propria lettera di accompagnamento, affidando la propria presentazione solo al proprio c.v. allegato: è probabile che in tal modo il destinatario della mail abbia l’impressione che quello inviato possa essere un virus e che tutto rischi di finire … cestinato!
Su questo sito troverai alcuni modelli di lettera di accompagnamento, in formato word, che puoi scaricare e modificare, e che rappresentano una buona fonte di struttura su cui modellare la propria lettera di accompagnamento via mail. Nel caso si preferisca inviare il cartaceo è sufficiente integrare gli esempi con data ed indirizzo, ricordandosi di firmare la lettera in chiusura.

Il curriculum vitae
Il curriculum vitae deve contenere tutte le informazioni personali e le esperienze professionali oltre a riportare la conoscenza delle lingue e le indicazioni utili riguardo alle capacità tecniche e relazionali acquisite durante la propria formazione scolastica e personale.
L’insieme delle informazioni deve essere trasparente e tale da consentire un'individuazione immediata dei profili più adeguati.
Con la libera circolazione delle professioni nello spazio comune europeo, il curriculum vitae dovrà essere sempre di più leggibile da parte dei datori di lavoro esteri e, per essere gestito facilmente anche dalle banche dati europee, dovrà essere organizzato secondo precisi standard. Per agevolare e facilitare questa mobilità lavorativa, anche l’Europa ha voluto dire la propria, e dare per il momento solo qualche raccomandazione, da rispettare su base assolutamente volontaria, per la stesura del c.v.
Sul questo sito puoi trovare alcuni modelli di c.v., che puoi scaricare e modificare, e usare come fonte di struttura su cui modellare il proprio ed anche il curriculum vitae europeo, così come da Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee del 22 marzo 2002.
Il CV in inglese
Per chi aspira ad una carriera internazionale o per chi desidera lavorare in una multinazionale, è di fondamentale importanza, in quanto parametro di giudizio, sapere l'inglese e, quindi, saper redigere il curriculum vitae e la lettera di motivazione in lingua inglese.
Se decidete di mandare il vostro c.v. in inglese dovete conoscere bene l’inglese. Solo per chi già conosce molto bene l'inglese forniamo un aiuto con questi modelli di curriculum, in lingua inglese, suddivisi per esperienza acquisita, dai quali prendere esempio per poter redigere il proprio.
Il contratto collettivo di lavoro
I contratti collettivi nazionali di lavoro rappresentano un’importante fonte del diritto del lavoro. Ti consigliamo pertanto di informarti su quale contratto è applicato nell’azienda per cui ti stai candidando, e di dedicare tempo alla lettura.
La lettera di dimissioni

Per dare le dimissioni è sufficiente comunicarlo per iscritto al proprio datore di lavoro e attenersi al contratto per quanto riguarda il preavviso.

Le dimissioni come molti altri elementi del rapporto di lavoro sono regolate dal Contratto Collettivo Nazionale. E' sempre opportuno conosce i propri diritti e i propri doveri anche quando si parla del periodo di preavviso.

Prima di iniziare una nuova esperienza lavorativa, è necessario abbandonare quella precedente nel modo più giusto; non sottovalutate questo momento!

Una volta che avete firmato una lettera d'intenti con il nuovo datore di lavoro, è giunta l'ora di presentare una lettera di dimissioni.
È un momento magico: potete salutare cordialmente e buttarvi in una nuova avventura, nella speranza che sia migliore rispetto a quella appena lasciata!

Vi consigliamo, quali che siano le motivazioni che Vi hanno spinto a fare questa scelta, di non inimicarvi il "vecchio" datore di lavoro approfittando di questo momento per sfogarvi di eventuali torti o ingiustizie subite, ma di essere superiori e congedarvi con signorilità.

Gli elementi necessari per una buona lettera di dimissioni sono:
l'indirizzo della società o della persona a cui è rivolta;
il luogo e la data;
la comunicazione dell'interruzione del vostro rapporto di lavoro;
la vostra firma;
la firma dell'interlocutore;
il tutto in duplice copia (una per voi ed una per la controparte).
Su questo sito troverai alcuni esempi che possono rappresentare una buona struttura su cui modellare la propria lettera di dimissioni. La lettera di tipo cortese è sicuramente la più idonea e corretta dal punto di vista formale, Vi pone in una giusta posizione nei confronti dell'azienda che state lasciando e Vi può lasciare un'eventuale porta aperta nel caso di un ripensamento o di future collaborazioni.

Self   Siamo Membri e soci fondatori del Network Self, consulenti Risorse Umane, Milano, Pavia, Bologna

 

• Servizi
• Download Brochure
• Partnership
• Membershio
• News